Collaborazioni

domenica 26 luglio 2015

RECENSIONE LA QUINTA ONDA


http://4.bp.blogspot.com/-BaPyP4HfaE0/VbVIJrSJQ8I/AAAAAAAAAAs/38trVwxqvas/s1600/5onfa.png
Non so per quale motivo io non abbia letto questo libro prima di oggi. Parlo de "La Quinta Onda", di Rick Yancey, uno Sci-fi che arriverà nelle sale cinematografiche all'inzio del 2016.


Titolo: La quinta onda (The 5th Wave #1)

Autore: Rick Yancey

Editore: Mondadori (Chrysalide)

Prezzo: €17,00




“Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che "loro" arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo. Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da "loro", esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l'unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia. Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare.”

Cassie per Cassiopea Sullivan è la nostra protagonista femminile, rifugiata nei boschi in seguito all'uccisione del padre. Cassie si può definire una solita adolescente, con una cotta per un giocatore di football, ma dietro ai suoi ricci biondi, si nasconde una ragazza dall'animo duro. A piacermi di lei, soprattutto la sua ironia. La sua missione è ritrovare il fratello.


Troviamo una Terra in rovina, le cause sono gli Altri (gli Alieni) e le Quattro Onde da loro causate. Oltre il 97% della popolazione è andata, e le persone non si fidano più di nessuno. La protagonista ci racconta come tutto ebbe inizio, dal fatto che tutto ciò che funziona a motore ormai è fuori uso, dell'epidemia che è in giro e degli atti vandalici provocati da persone umane. In seguito a un incontro ravvicinato con un soldato, lei scappa ma viene ferita a una gamba da un Silenziatore, come lei chiama gli Alieni. Viene trovata, salvata e nutrita da Evan, un giovane che esce di notte a caccia e ritorna sempre a mani vuote, che ha le mani piuttosto curate e tutti quei piccoli dettagli che Cassie nota. 

Nel frattempo troviamo Sammy, il fratello minore, che, poco prima dell'uccisione del padre (di cui non saprà nulla), è stato portato al Camp Haven da autobus scolastici e mentre viaggia, ripensa ad Orso, l'orsacchiotto di peluche che ha dato a Cassie, ma anche a sua madre. Spaventato, anche se non lo vuole dare a vedere, prende confidenza con un soldato là dentro, che lo rassicurerà. Una volta passati i controlli, lui entra e viene addestratto.

Infine, abbiamo Zombi, un ragazzo che viene trovato quasi morto e salvato e anche lui addestrato al Camp Haven, dove incontrerà Nugget e si riprometterà di salvarlo.



Il libro, oltre la trama che di scontato non ha nulla, è scritto in un modo semplicissimo essendo molto vicino al linguaggio adolescenziale. Così facendo, una pagina tira l'altra e ti ritrovi a leggere metà libro. Lo scrittore ha avuto delle brillanti idee come metafore riguardo Cassie e l'esposizione alla storia è altrettanto grandiosa: vi sono 13 raggruppamenti, raccontati in prima o terza persona (Cassie, Ben, Sammy, l'Altro) e gli incontri fra i protagonisti sono ben scritti così che appena svelano il proprio nome tu esclami "lo sapevo!", ma come ho scritto prima, questi non sono scontati. 



L'ho trovato fin troppo bello per dargli solo 5 stelle su goodreads. L'attesa al seguito mi farà morire. E godiamoci l'idea di vedere Chloë Moretz nei panni di Cassie Sullivan.
 A presto!

Nessun commento:

Posta un commento